Dnnart.net
 
RETE DEGLI
SPORTELLI

MULTIFUNZIONALI

martedì 23 settembre 2014

DELLA SICILIA

Accedi |
 
 Cerca
 
 Login Riduci


Password dimenticata ?

    

 
 
 
 
 Voi siete qui:  La carta dei servizi » Servizi Erogati al cittadino
 Enter Title Riduci

intestazione.jpg

La Carta dei Servizi

ENFAP Comitato Regionale Sicilia

Servizi per l’individuo

 

 

PRODUZIONE ED EROGAZIONE DEI SERVIZI

 

 

Gestione delle attività

 

I Centri Servizi dell’Enfap Sicilia svolgono la propria Pubblica Funzione attraverso una gestione dei singoli Servizi articolata e complessa che tiene conto sia della realtà sociale e territoriale nonché del fabbisogno del singolo individuo.

 

 

 

SERVIZI PER L’INDIVIDUO

 

ACCOGLIENZA

 

L’accoglienza si viene a configurare come il momento più delicato e importante dell’intera fase di erogazione del Servizio all’utenza. Essa ha inizio sin dal momento in cui l’Utente entra in contatto con la nostra Struttura sia nel caso in cui Questi  pervenga spontaneamente, sia che venga inviato dal Centro per l’Impiego sia, infine nel caso in cui venga contattato dall’ENFAP, in particolare dalla nostra figura di Tutor.

Di notevole importanza viene a rivestire il primo incontro con l’operatore posto al Front Desk che con cortesia e disponibilità accoglie l’Utente fornendo le prime indicazioni relative al Servizio.

Da lì egli viene indirizzato all’Ufficio Orientamento dove incontrerà l’Orientatore di turno competente ad effettuare una efficace analisi della domanda, soprattutto a favore dei soggetti in difficoltà socio-lavorativa, a far emergere il reale bisogno dell’Utente e a decodificarlo al fine di garantire un Servizio di qualità.

FINALITA’ DEL SERVIZIO

Consentire all’utente l’accesso ai Servizi degli Sportelli Multifunzionali e alla rete dei Servizi per il lavoro presenti nel territorio in modo mirato al bisogno espresso.

ATTIVITA’ SVOLTA

L’attività che i Centri Servizi svolgono si articola in:

 Accogliere e ascoltare l’Utente

 fornire informazioni sui Servizi

 dare una risposta immediata o rinviare ad altro Servizio interno e/o esterno

 allestire ed aggiornare il materiale nello spazio di autoconsultazione

 supportare l’Utente nell’uso della documentazione reperibile nello spazio dell’autoconsultazione

 curare le relazioni con gli altri Servizi interni

MODALITA’ DI EROGAZIONE

interventi

 colloquio di “primo contatto” in cui si recepisce la domanda dell’Utente, se questa è

chiara e ben definita, si forniscono le prime informazioni e si rinvia al Servizio idoneo

 colloquio di accoglienza, se la domanda dell’Utente è poco chiara o complessa, in cui

si analizza il bisogno, si definiscono le azioni da perseguire e si rinvia ad un altro Servizio

 invito e supporto all’autoconsultazione del materiale predisposto

tempi

accesso al Servizio immediato,

durata colloquio: circa 5 - 10 minuti.

fase di monitoraggio

verificare gli esiti dei colloqui svolti

luoghi

sedi dei Centri Servizi e recapiti operativi.

 

GLI IMPEGNI DEL CENTRO SERVIZI ED IL PATTO CON L’UTENTE

I Centri Servizi si impegnano a:

- prendere in carico l’utente.

L’utente si impegna a:

- seguire il percorso/rinvio concordato con l’operatore/trice

 

 

CONSULENZA ORIENTATIVA

 

FINALITA’ DEL SERVIZIO

Attraverso questo Servizio lo Sportello Multifunzionale intende sostenere e facilitare i processi di scelta e di transizione professionale e lavorativa, accompagnando l’Utente nella costruzione di un progetto di sviluppo professionale e/o formativo.

ATTIVITA’ SVOLTA

L’attività che il Centro Servizi svolge si differenzia nel contenuto a seconda della

tipologia di persone a cui è rivolto. Risulta pertanto opportuno individuare le seguenti

distinzioni:

Tipologie di Utenti :

 

Persone in cerca di occupazione

-         di età prevalentemente adulta, in genere in condizioni di “debolezza”, per mancanza di un titolo di studio o con qualificazioni deboli sul mercato del lavoro

-         appartenenti alle categorie protette immigrati/e

 

Attività:

 

Sostenere il/la Cliente nella ricerca di un lavoro o nella modifica del proprio stato occupazionale, indagando sulle capacità, potenzialità, interessi, attitudini, aspirazioni, legate sia a caratteristiche individuali, sia a competenze lavorative acquisite, in modo da fare leva su queste per consentire l’inserimento e reinserimento nel mercato del lavoro; facilitare l’Utente ad accedere ai Servizi presenti nella struttura e a quelli esterni tenendo conto delle sue specifiche difficoltà. In quest’ambito, si inscrivono le esperienze di Tirocinio Formativo, strumento di politica attiva del lavoro flessibile per permettere al soggetto in attesa di occupazione un inserimento nel mondo del lavoro.

 

                Studenti :

-         in età di Obbligo Formativo che stanno per scegliere un percorso formativo o professionale

-         che intendono iscriversi all’Università o frequentare un master o una scuola di specializzazione

-         laureandi/e e laureati/e

 

Attività :

 Aiutare l’Utente a comprendere meglio i propri interessi e le proprie attitudini, capacità e potenzialità, con lo scopo di sostenere il/la giovane nella scelta formativa e/o professionale, favorire la conoscenza dei profili professionali e del mercato del lavoro e fornire strumenti per operare una scelta consapevole legata alle caratteristiche e alle propensioni individuali, agevolando il collegamento tra percorsi di studio e percorsi di lavoro.

 

              Aspiranti imprenditori/trici 

 

Attività :

 

Accompagnare gli Utenti interessati ad intraprendere un’attività imprenditoriale, fornendo informazioni sulla possibile localizzazione e sulla forma giuridica più idonea. Favorire, inoltre, l’accesso ad altri Servizi utili per l’avvio di impresa presenti nel territorio.

MODALITA’ DI EROGAZIONE

interventi

 colloquio individuale con relativa “presa in carico” dell’Utente

 seminari di gruppo su specifiche tematiche (es. autoimprenditorialità, mercato del

lavoro locale)

 bilanci di competenze, per costruire un progetto professionale e formativo concreto e

realistico rispetto alle opportunità del contesto e alle potenzialità e scelte di vita

dell’Utente.

tempi

accesso al servizio su appuntamento,

tempi di attesa per l’appuntamento: massimo 30 giorni,

durata colloquio: circa 45 minuti; seminari circa 3/4 ore.

fase di monitoraggio

verificare l’effettiva attivazione dell’Utente in relazione al percorso intrapreso.

luoghi

 sedi Centri Servizi e recapiti

 Istituti scolastici

 

GLI IMPEGNI DEL CENTRO SERVIZI ED IL PATTO CON L’UTENTE

Il Centro Servizi si impegna a:

- prendere in carico l’Utente.

L’utente si impegna a:

- attivarsi personalmente nella definizione del proprio percorso;

- comunicare tempestivamente al Servizio eventuali variazioni riguardanti la propria

posizione.

 

 

SERVIZI PER LA TRANSIZIONE AL LAVORO

CONSULENZA E INFORMAZIONE SUI PERCORSI FORMATIVI

 

FINALITA’ DEL SERVIZIO

La finalità del Servizio è quella di fornire informazioni e consulenza sulle attività formative a:

- persone disoccupate che vogliono costruirsi una professionalità

- persone occupate che vogliono migliorare la propria condizione lavorativa o

desiderano cambiare lavoro.

ATTIVITA’ SVOLTA

L’attività consiste, in una prima fase, nel fornire informazioni e consulenza su:

- conoscenza di profili professionali come supporto alla scelta formativa o lavorativa;

- attività formative finanziate con fondi pubblici relative al territorio provinciale e

regionale;

- informazioni sulle agenzie formative del territorio provinciale;

- master;

- scuole di specializzazione;

- corsi formativi promossi dalla Sede degli Interventi Formativi dell’Ente stesso o di altri Enti.

Nel caso di avviamento ai corsi formativi si attiva un processo di interazione comunicativa e lavorativa tra il Centro Servizi e la Sede degli Interventi Formativi dell’Enfap Sicilia o di altri Enti.

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO

interventi

 autoconsultazione di materiali cartacei relativi alle professioni e alle attività formative;

 autoconsultazione di una banca dati informatizzata, prodotta dal Servizio, sulle attività formative esistenti, visibili sul sito dell’Assessorato al Lavoro della Regione Sicilia e su altri Siti

 colloqui informativi con l’operatore/trice che informa l’utente sulle attività formative

esistenti;

 colloqui di orientamento informativo nel caso l’Utente non avesse chiaro il percorso

formativo da intraprendere; l’operatore/trice lo orienta sui possibili corsi da frequentare

in base alle attitudini e ai requisiti posseduti, nonché agli sbocchi occupazionali dei

corsi stessi e all’andamento del mercato del lavoro e delle professioni.

 colloqui di orientamento formativo che esitano nell’invio dell’Utente a percorsi formativi proposti dall’Ente stesso o da altri Enti territoriali.

tempi

accesso diretto al servizio se l’operatore/trice è libero.

accesso al colloquio su appuntamento se l’operatore/trice è impegnato con altri Utenti:

tempi di attesa: massimo 7 giorni.

durata colloquio: da 15 a 30 minuti.

fase di monitoraggio

alla fine di ogni colloquio l’Utente compila una scheda di gradimento;

le schede vengono poi raccolte ed elaborate; i risultati vengono riportati nei report di valutazione

 luoghi

tutte le sedi dei Centri Servizi

 

GLI IMPEGNI DEL CENTRO SERVIZI ED IL PATTO CON L’UTENTE

Il Centro Servizi si impegna a:

- prendere in carico l’Utente.

 

 

SERVIZI PER LA TRANSIZIONE AL LAVORO

TECNICHE E STRUMENTI PER LA RICERCA ATTIVA DEL LAVORO

 

FINALITA’ DEL SERVIZIO

Accompagnare l’Utente nella ricerca operativa del lavoro, favorendone lo sviluppo di abilità di ricerca autonoma.

ATTIVITA’ SVOLTA

L’attività che il Centro Servizi svolge si articola in:

 predisposizione di materiale informativo relativo a come e dove cercare lavoro;

 redazione (o supporto alla redazione attraverso indicazioni di linee guida) del

curriculum vitae;

 predisposizione delle lettere di accompagnamento delle domande di lavoro;

 supporto nell’analisi delle inserzioni delle offerte di lavoro;

 supporto alla ricerca dell’elenco delle aziende a cui inviare Curriculum Vitae;

 preparazione ai colloqui di lavoro;

 tecniche di gestione dell’ansia.

MODALITA’ DI EROGAZIONE

interventi

 colloquio individuale

 seminari di gruppo

tempi

accesso al servizio su appuntamento;

tempi di attesa per l’appuntamento: massimo 30 giorni

durata colloquio: circa 45 minuti; seminari: circa 4 ore;

fase di monitoraggio

alla fine di ogni colloquio o di ogni seminario l’Utente compila una scheda di gradimento;

le schede vengono poi raccolte ed elaborate; i risultati vengono riportati nei report di valutazione

luoghi

 sedi Centri Servizi

 

GLI IMPEGNI DEL CENTRO SERVIZI ED IL PATTO CON L’UTENTE

Il Centro Servizi si impegna a:

- prenderete in carico l’utente ed essere a disposizione per eventuali successive

consulenze.

L’utente si impegna a:

- seguire le indicazioni concordate con l’operatore/trice

 

INTERVISTE DI ORIENTAMENTO AI SENSI DEL D.Lgs. 181/00 MODIFICATO DAL D.Lgs. 297/02

FINALITA’ DEL SERVIZIO

Le azioni di informazione e orientamento previste dal D.Lgs 181/00, come modificato dal D.Lgs 297/02, sono rivolte alle persone che hanno dichiarato presso i Centri per l’Impiego la loro disponibilità immediata allo svolgimento di un’attività lavorativa e che pertanto sono considerati/e “in stato di disoccupazione”.

La finalità di tali interventi, così come previsto dalla normativa, è quella di favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro e contrastare la disoccupazione e l’inoccupazione di lunga durata.

ATTIVITA’ SVOLTA

I soggetti interessati a tale intervento sono quelli che hanno la condizione di disoccupati/e ai sensi del D.Lgs 181/00, cioè coloro che si sono presentati/e presso il Centro per l’Impiego competente per ambito territoriale ed hanno dichiarato la disponibilità immediata allo svolgimento di attività lavorativa.

Il Centro per l’Impiego invita tali soggetti, tramite appuntamento, a presentarsi per

un’intervista di orientamento entro tre mesi dall’inizio dello stato di disoccupazione. Agli/lle interessati/e sarà proposta un’attività formativa o l’adesione ad iniziative che favoriscano l’inserimento lavorativo secondo la tempistica prevista dalla normativa:

 donne in reinserimento lavorativo, giovani ed adolescenti entro quattro mesi

dall’inizio dello stato di disoccupazione;

 disoccupati/e e inoccupati/e di lunga durata, entro sei mesi dall’inizio dello stato di

disoccupazione.

Intervista di orientamento

Alla data e ora dell’appuntamento fissato, viene effettuato il colloquio informativo e di

orientamento con le seguenti finalità:

 verificare la permanenza dello stato di disoccupazione dell’utente;

 acquisire informazioni sui suoi obiettivi professionali e sul fabbisogno di altre misure

orientative o formative;

 illustrare e promuovere i servizi per il lavoro mirati alle caratteristiche dell’utenza e

coerenti con le disposizioni del D.Lgs 181/00;

 rinviare ai servizi previsti e concordati;

 sottoscrivere un patto che contiene le azioni concordate e gli impegni assunti tra

l’utente e il Servizio, finalizzate all’avviamento al lavoro.

L’utente, in un ambito di accoglienza cortese e disponibile, deve essere messo/a in grado

di:

 comprendere il significato dell’intervista, collocandola nell’ambito dei nuovi servizi

previsti dal D.Lgs 181/00;

 migliorare la definizione della propria situazione occupazionale e dei diritti e doveri che ne conseguono;

 acquisire informazioni sui servizi per il lavoro offerti dal Centro per l’Impiego e dalla

rete territoriale e provinciale;

 autorizzare l’inserimento dei propri dati nel Sistema Informativo Lavoro;

 essere preso/a in carico da parte dei Servizi per l’Impiego attraverso il rinvio ai servizi

della struttura previsti dal D.Lgs 181/00;

 essere eventualmente rinviato/a ad altri servizi della rete territoriale in modo mirato e

rispondente al proprio bisogno, in tutti i casi in cui non sia possibile trovare una

risposta nel Centro per l’Impiego.

Verifica delle mancate adesioni alle interviste e successivi atti

Nella erogazione di tale servizio, così come previsto dalla normativa, assume importanza rilevante anche la eventuale non partecipazione da parte dell’utente.

Nel caso infatti di mancata presentazione all’intervista di orientamento l’interessato/a

perde la condizione di disoccupato/a ai sensi del D.Lgs181/00 (già definita sopra). Va

però precisato che tale eventualità non ha luogo se la mancata presentazione dipende da

comprovati impedimenti oggettivi (es. malattia certificata).

MODALITA’ DI EROGAZIONE

interventi

colloqui informativi e di orientamento tesi a:

 presentare finalità, significato e contenuti dell’intervista;

 aggiornare le informazioni relative alla scheda anagrafica e professionale dell’utente;

 acquisire informazioni sulla carriera scolastica e professionale e sulle competenze

maturate;

 verificare il grado e le modalità di ricerca attiva del lavoro e valutare le capacità di

definizione e perseguimento di obiettivi professionali, rinviando, in caso di un grado di

occupabilità sufficiente, direttamente al servizio di incontro tra domanda e offerta di

lavoro;

 illustrare e descrivere compiutamente la gamma dei servizi previsti in esecuzione del

D.Lgs. 181/00;

 appurare la concreta disponibilità a partecipare e coinvolgersi in percorsi strutturati

(consulenza orientativa o promozione dell’inserimento lavorativo o formazione

professionale);

 effettuare il rinvio dell’utente al servizio identificato, attivando le specifiche procedure

previste (prenotazione, inserimento dell’esito del colloquio nel fascicolo personale

dell’utente).

tempi

accesso al servizio su appuntamento;

durata: colloquio circa 20 - 30 minuti.

fase di monitoraggio

verificare l’effettiva validità del servizio proposto.

luoghi

sedi Centri Servizi e recapiti operativi

 

GLI IMPEGNI DEL CENTRO SERVIZI E IL PATTO CON L’UTENETE

Il Centro Servizi si impegna a:

 prendere in carico l’utente

 proporgli le azioni concordate nel patto

L’utente si impegna a:

- rispettare gli impegni concordati nel patto

 

 

SERVIZI PER L’INSERIMENTO MIRATO DI PERSONE DISABILI E BENEFICIARIE DELLA LEGGE 68/99 INSERIMENTO LAVORATIVO PERSONE DISABILI BENEFICIARIE DELLA LEGGE 68/99

 

FINALITA’ DEL SERVIZIO

La finalità del servizio inserimento lavorativo disabili è la promozione dell'inserimento e

dell’integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro, attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato.

ATTIVITA’ SVOLTA

Il servizio si articola nelle seguenti azioni:

Iscrizione persone disabili

 Le persone disabili disoccupate, in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge 68/99,

possono richiedere l’iscrizione alla graduatoria o all’elenco, presentandosi all’Ufficio

Inserimento Lavorativo Disabili.  

 L’Ufficio Provinciale del Lavoro verifica le condizioni di disabilità, attraverso la documentazione rilasciata dall’Azienda U.S.L. o dall’INAIL per la disabilità derivante da infortunio sul lavoro.

 Sulla base delle richieste pervenute, l’Ufficio Provinciale del Lavoro formula la graduatoria, di durata annuale, delle persone disabili. Gli elementi per la formazione della graduatoria sono: anzianità di iscrizione negli elenchi del collocamento obbligatorio, carico familiare, condizione economica, percentuale di invalidità e difficoltà di locomozione nel territorio.

 La graduatoria è pubblicata entro il 31 marzo di ogni anno. Non è necessario presentare (c/o i Centri per l’Impiego competenti per domicilio) la domanda di accesso alla graduatoria ogni anno,  tranne in quei casi in cui non intervengano variazioni sugli elementi sopra indicati che determinano la posizione in graduatoria. La graduatoria è utilizzata in particolare per gli avviamenti numerici presso i datori di lavoro obbligati. In questo caso i/le portatori/trici di disabilità sono avviati sulla base delle competenze

professionali richieste e della loro posizione nella graduatoria provinciale.

 I/le lavoratori/trici disabili licenziati/e per riduzione di personale o per giustificato motivo oggettivo mantengono la stessa posizione in graduatoria che avevano

precedentemente all’inserimento in azienda.

Qualora il/la disabile senza giustificato motivo, per due volte consecutive, non risponda

alla convocazione o rifiuti il posto di lavoro offerto, corrispondente ai suoi requisiti

professionali e alla disponibilità dichiarata al momento dell’iscrizione nella lista, è

cancellato/a dalle liste di collocamento per sei mesi e decade dal diritto dell’indennità di

disoccupazione ordinaria.

MODALITA’ DI EROGAZIONE

interventi

 colloquio di orientamento

luoghi

 presso il Servizio Politiche del Lavoro – Ufficio Inserimento Lavorativo Persone

Disabili;

 presso tutti i Centri Servizi ENFAP

 

GLI IMPEGNI DEL CENTRO SERVIZI ED IL PATTO CON L’UTENTE

Il Centro Servizi si impegna a:

- prendere in carico l’utente per agevolare il suo inserimento lavorativo.

L’utente si impegna a:

- comunicare le variazioni di situazioni utili per l’inserimento lavorativo;

- mantenere l’iscrizione.